8 tool per creare video per Facebook

Vuoi creare video per Facebook sulla tua pagina aziendale, ma non sai come muoverti e come creare un contenuto che sia veramente ingaggiante. Hai provato a usare lo slideshow che Facebook stesso crea per la tua pagina, ma non l’hai trovato accattivante, e infatti le visualizzazioni sono state poche, e i commenti ancora meno.

È perfettamente normale! Creare video per Facebook non è così semplice come sembra. Abbiamo visto la scorsa settimana e quella precedente come il formato video sia riuscito a scalare la classifica e a diventare il contenuto social più ingaggiante, grazie alla facilità di fruizione e a molti altri motivi.

Adesso è quindi il momento di passare alla pratica: come creare video su Facebook?

8 tool per creare video per Facebook e generare engagement sulla tua pagina business

La cosa più importante da sapere è quale tipo di contenuto si vuole creare. Esistono tanti, troppi programmi per fare video, ed è difficile capire quale possa essere quello giusto. Bisogna quindi fare una cernita in base allo stile del video stesso.

Alcuni tool sono infatti più adatti per video emozionali, ideali per aziende che vendono prodotti adattabili a questo tipo di comunicazione (automotive, design, fashion); altri, invece, performano meglio per video di tipo informativo (salute, tecnologia).

Quindi, dato che creare video con foto e musica non è per tutti, queste utilissime applicazioni ci vengono in soccorso.

Magisto

PRO: forse è uno dei tool più semplici per creare video per Facebook. Offre una serie di template completamente configurati, per cui basterà inserire il contenuto per ottenere video ben fatti. Ideale per i video emozionali.

CONTRO: proprio a causa della facilità di utilizzo dei template, le possibilità di personalizzazione sono scarse. Non è il massimo per i video di tipo informativo.

Typito 

Typito può essere considerato l’equivalente di Canva per i video. Permette di creare video per Facebook con testi molto gradevoli, che funzionano molto bene sui social, specialmente quelli che integrano la feature di auto-play.

PRO: pur mantenendo un’esperienza visiva abbastanza semplice, Typito offre la possibilità di personalizzare gli elementi visivi. È possibile salvare gli stili preferiti per poterli utilizzare come template in seguito. Molto performante sui video informativi.

CONTRO: manca la possibilità di aggiungere un sottofondo musicale.

Schermata-2018-09-12-alle-15.17

Shakr 

PRO: costruito molto bene, offre template specifici a seconda delle categorie. È utilissimo per creare contenuti velocemente e poterli condividere al volo sui social.

CONTRO: user experience da rivedere.

Adobe Spark

PRO: tool più professionale, è fantastico per creare video in poche ore. Contiene diverse opzioni di tema e ha una buona integrazione con le icone. Ottimo per i video di infografica.

CONTRO: difficoltà di utilizzo maggiore rispetto agli altri strumenti per creare video per Facebook. Non è il massimo per i video emozionali.

Powtoon  

PRO: è il miglior tool a disposizione per creare video per Facebook animati. Permette di raccontare delle vere e proprie storie!

CONTRO: c’è bisogno di un po’ di pazienza per padroneggiarlo al meglio. Il piano free prevede dei watermark abbastanza evidenti.

Rocketium 

Schermata-2018-09-12-alle-15.22PRO: Rocketium ha feature sofisticate che permettono di creare video in pochi minuti. Soddisfa sia il bisogno di contenuti informativi che il requisito “emozionale”. È possibile inserire del testo per descrivere immagini e clip, ma se non ne hai a disposizione, puoi scegliere dalla libreria grazie alla funzione di autoricerca.

Anche Rocketium ha una serie di template tra cui scegliere, ed è inoltre possibile con il piano premium personalizzare font, colori, filtri, effetti, animazioni e transizioni e scaricare il video il HD.

Wave.video

PRO: la possibilità di creare video e postarli direttamente sui social! Facile da usare, permette di risparmiare molto tempo, prezioso per un social media manager.

Vuoi un video che spacchi davvero?

Animaker 

PRO: la possibilità di costruire video verticali. Oggi la maggior parte degli utenti social utilizza lo smartphone per navigare, e nessuno si sognerebbe di ruotare il telefonino ogni volta che compare un video nel feed di Facebook!

CONTRO: Molti dei template a disposizione sono accessibili solo con il piano premium.

Chi vince?

Ci sono molti modi per creare video per Facebook, ma pochi per creare video che funzionino.Oltre alla tecnica, infatti, bisogna prendere in considerazione una serie di fattori che riguardano la pubblicazione stessa.

Il video sarà sponsorizzato? A che ora e in che giorno della settimana viene postato? Qual è il copy di accompagnamento? Sono stati inseriti dei tag? Qual è l’immagine di anteprima? Ci sono dei sottotitoli per il pubblico straniero?

Queste sono solo alcune delle domande che è necessario porsi. L’utente Facebook è distratto e sovraccarico di contenuti. Per poter emergere e spiccare tra la massa, bisogna avere chiari gli obiettivi e offrire contenuti di qualità.

Per le piccole imprese è difficile progettare delle vere e proprie campagne pubblicitarie, che prevedano la realizzazione di video professionali. Ma è possibile realizzare clip anche con un semplice smartphone: basta sapere cosa vuole vedere il pubblico.

Cos’altro serve

A quel punto, è come avere una bellissima villa, con giardino e box doppio, completamente vuota. C’è da “arredare” il video, in modo da fargli raccontare una storia.

Testo, musica e immagini devono creare un unico flusso in grado di colpire l’utente, far fermare il suo pollice che sorre sul feed e fargli guardare tutto dall’inizio alla fine o, almeno, per un buon 75%.

Il cosiddetto “terzo quartile” è infatti un ottimo metro di giudizio per valutare il successo di un video.

Già, perché una volta che la clip è stata montata e lanciata sui social, non bisogna dimenticare di valutare le sue performance. Solo in questo modo è possibile capire quale contenuto funziona e se è necessario fare delle modifiche.

In definitiva, tutti i tool sono interessanti, ma il compito di raccontare una bella storia spetta al social media manager. È lui che deve essere sempre aggiornato sui trend del momento, sulle occasioni da ricordare, sulle promozioni e le offerte da pubblicare, su come riscaldare il pubblico e su come generare brand awareness.

Solo così i social network diventano un ambasciatore del brand nella rete, e solo così è possibile trasformare l’utente in consumatore.

È il momento di rivoluzionare la tua presenza sui social!